Elvira Muratore …

 

… and her music of the void

A music of small, precise, minimal gestures; gestures to be carefully observed, always deeper. Elvira’s works come from the idea of music as experience, that goes from composer to performer, from performer to audience: nothing to be understood, but simply an experience to be lived. Due to a period of studies in Mathematics, she became extremely fascinated by the idea of Zero or Void, and in particular by the differences and the similarities that can be found in different cultures: sometimes seen as a dangerous idea, sometimes lived as the most essential part of reality; many times Zero is just another face of Infinity. Summing her studies and fascinations about the concept of Zero/Void, she is still developing her personal musical philosophy, made of easily recognizable structures and melodies; small, precise, minimal gestures, that make her music light and bright, but highly penetrating.

 

DISCOVER MORE:

 

 

 

… e la musica del vuoto

Una musica fatta di gesti piccoli, precisi, minimali; gesti da osservare attentamente, sempre più in profondità. I lavori di Elvira nascono dall’idea di musica come esperienza, che passa dal compositore all’esecutore, dall’esecutore all’ascoltatore: nessun messaggio da carpire, ma semplicemente un’esperienza da vivere. Durante un periodo di due anni in cui ha frequentato il corso di laurea in Matematica, Elvira è rimasta estremamente affascinata dal concetto di Zero o Vuoto, e in particolare dalle differenze e le similitudini che si riscontrano in diverse culture: alle volte visto come un’idea pericolosa, alle vissuto come essenza della realtà; spesso Zero è semplicemente un’altra faccia dell’Infinito. Sommando i suoi studi e le fascinazioni sul concetto di Zero/Vuoto, Elvira sta sviluppando la sua filosofia musicale, fatta di strutture e piccole linee facilmente riconoscibili; gesti piccoli, precisi, minimali che rendono la sua musica chiara e costellata di piccole scintille, dall’effetto delicato ma allo stesso tempo molto penetrante.

 

SCOPRI DI PIU’: